Regione Friuli-Venezia Giulia

Servizi sociali

Ultima modifica 7 marzo 2017

Carta Famiglia

Riferimenti normativi: art. 10 Legge regionale 7 luglio 2006, n. 11 "Interventi regionali a sostegno della famiglia e della genitorialità"; Regolamento regionale per l'attuazione della Carta famiglia, approvato con Decreto del Presidente della Regione del 30/10/2007, n. 0347/Pres., pubblicato sul BUR n. 47 del 21/11/2007 e successive modifiche ed integrazioni.

Il titolare di Carta Famiglia ha la possibilità di usufruire di agevolazioni e riduzioni di costi e tariffe per la fornitura di beni e la fruizione di servizi significativi nella vita familiare.

L'agevolazione più significativa consiste nell'abbattimento delle tariffe per la fornitura di energia elettrica. La Regione ha stipulato apposite convenzioni con attività commerciali che permettono di usufruire di sconti su determinati prodotti. Sul sito della Regione è possibile visualizzare l'elenco di queste attività commerciali. 

La Carta famiglia può essere richiesta dal genitore che abbia almeno un figlio a carico (del nucleo familiare) e con un'attestazione ISEE non superiore a 30.000,00 euro.

La validità della Carta Famiglia è di un anno dalla data di inserimento della domanda nel programma dedicato di Carta Famiglia.

L'ISEE (di tipo ORDINARIO) può essere richiesto gratuitamente presso qualsiasi Centro di Assistenza Fiscale convenzionato o prenotando l'appuntamento presso l'Ufficio Assistenza Sociale del Comune di Pagnacco telefonando al numero 0432-661982.

Modulistica

Richiesta Carta Famiglia

Beneficio energia elettrica anno 2017

Il bando per il bonus regionale energia elettrica legato a Carta Famiglia è attivo dal 13.02.2017 al 21.04.2017. Per poter presentare la domada è necessario essere titolari di Carta Famiglia in corso di validità, se la Carta Famiglia è scaduta è necessario prima rinnovare l’attestazione ISEE anche presso l’ufficio amministrativo del Servizio Sociale telefonando al n. 0432-661982 (solo il martedì, giovedì e venerdì mattina).

Alla domanda debitamente compilata e sottoscritta è necessario allegare la fotocopia della carta di identità in corso di validità e le fatture emesse nel periodo 01.01.2016 – 31.12.2016 togliendo l’importo del canone TV.

La domanda può essere presentata direttamente all’ufficio amministrativo del servizio sociale nelle giornate di martedì, giovedì e venerdì dalle 11.00 alle 13.00.

Nelle giornate di lunedì e mercoledì la domanda, con allegata la fotocopia della carta di identità in corso di validità e le copie delle fatture, può essere presentata solamente all’ufficio protocollo nei seguenti orari: dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 18.00.

modello di richiesta bonus energia elettrica

modello di richiesta bonus energia elettrica

Attestazione ISEE

Per chi desidera richiedere l'attestazione ISEE questi sono i documenti da reperire:

Documenti per Isee

Società

Bonus energia elettrica e bonus gas per disagio economico (SGATE)

Le famiglie con un indicatore ISEE inferiore a €8.107,50 possono richiedere tali bonus che consistono in uno sconto direttamente in bolletta. Nel caso in cui nel nucleo familiare vi siano tre o più figli minori, l'indicatore ISEE è aumentato a €20.000,00.

La domanda va presentata presso l'ufficio amministrativo del Servizio Sociale presso il quale è possibile ottenere l'apposita modulistica.

Bonus energia elettrica per disagio fisico (SGATE)

Possono ottenere il bonus i clienti domestici affetti da grave malattia o i clienti domestici con formitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita.

La domanda va presentata presso l'ufficio amministrativo del Servizio Sociale presso il quale è possibile ottenere l'apposita modulistica.

Il richiedente deve essere in possesso di un certificato ASL che attesti:

- la situazione di grave condizione di salute;

- le necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;

- il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;

- l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata.

Servizio socio-educativo e socio-assistenziale

(Servizio a gestione delegata all’Ambito Socio-Assistenziale 4.5 dell’Udinese)

Il servizio socio-educativo si rivolge a minori in età scolare in presenza a rischio di disagio sociale o familiare o a minori portatori di handicap e consiste nell’affiancamento di un educatore alla persona oggetto dell’intervento. Il servizio si propone di intervenire principalmente sugli aspetti comportamentali, relazionali ed educativi in genere. Si propone di intervenire in situazioni di svantaggio sociale o di emarginazione in sinergia con le istituzioni scolastiche e i servizi specialistici al fine di promuovere condizioni di sviluppo armonico ed equilibrato del minore o del portatore.Il servizio può essere svolto in varie forme: individuale o di gruppo, a domicilio o a scuola in relazione ai singolo progetti di intervento. L’intervento coinvolge attivamente la famiglia nella realizzazione del progetto. Nel caso di minori con problematiche di tipo assistenziale inseriti nelle scuole può essere attivato il servizio socio-assistenziale che a prevede l’affiancamento di un operatore formato per svolgere

L’istanza per richiedere il servizio va presentata all’assistente sociale che procederà ad una valutazione del singolo caso per verificare la sussistenza dei requisiti e, in caso di parere positivo all’attivazione, il monte orario assegnato e i tempi del progetto.
 


Trasporto collettivo disabili ai centri di riabilitazione

(Servizio a gestione delegata all’Ambito Socio-Assistenziale 4.5 dell’Udinese)


Il servizio di trasporto disabili è un servizio che prevede il trasporto della persona disabile ai centri di riabilitazione di “Santa Maria dei Colli” a Fraelacco e alla “Nostra Famiglia” di Pasian di Prato. Il servizio è effettuato da una cooperativa che possiede requisiti e mezzi idonei, il costo del servizio è interamente sostenuto dal Comune. La richiesta va inoltrata al servizio sociale che richiederà i documenti necessari quali la certificazione dello stato di handicap ai sensi della Legge 104/92, l’assistente sociale provvede a stilare una relazione sociale.


Servizio di Inserimento lavorativo

(Servizio a gestione delegata all’Ambito Socio-Assistenziale 4.5 dell’Udinese) 


Il servizio prevede l’inserimento lavorativo della persona disabile (invalidità  secondo diverse tipologie (borsa lavoro, tirocinio …) in ambienti idonei ad ospitare tale intervento.Il servizio viene richiesto al Comune di residenza, che sostiene le spese, e viene erogato attraverso l’ente preposto (il CAMPP) che provvede ed effettuare una valutazione delle capacità dalla persona e identificare la modalità e la sede più adeguata al caso, nonchè seguire l'andamento dell'inserimento con opportuno verifiche.


Servizio pasti a domicilio

(servizio a gestione delegata all’Ambito Socio-Assistenziale 4.5 dell’Udinese)


Il servizio consiste nel recapito di un pasto caldo a domicilio per persone che si trovano in una situazione di parziale non-autosufficienza o in situazioni di temporanea difficoltà, persone sole o con una rete sociale e familiare debole. Il costo unitario del pasto varia in base all'attestazione ISEE ed è comprensivo della consegna a domicilio.



Assegno di maternità per madri non lavoratrici (I.N.P.S.)

Assegno di maternità per le madri non lavoratrici

Riferimenti normativi: art. 66 della Legge 23 dicembre 1998, n. 448 e successive integrazioni; Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 dicembre 2000, n. 452 e dall'art. 74 del Decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 151.

L'assegno di maternità è un contributo economico per la nascita di un figlio, concesso dai Comuni a favore delle madri, cittadine italiane o comunitarie oppure extracomunitarie in possesso di carta di soggiorno, disoccupate che non beneficiano quindi della copertura previdenziale prevista per il periodo dell'astensione obbligatoria dal lavoro. 
L'assegno viene calcolato sulla base dell'I.S.E. (Indicatore Situazione Economica), rilasciato ai sensi del Decreto Legislativo n. 109/1998.

La domanda deve essere compilata dalla madre ed inoltrata al Comune di residenza entro sei mesi dalla nascita del bambino, o dall'adozione o dall'affidamento preadottivo, completa di attestazione I.S.E.E. dalla quale risulti un valore dell'Indicatore della Situazione Economica (I.S.E.).

La modulistica può essere richiesta presso l'ufficio amministrativo del Servizio Sociale.


Assegno per nucleo familiare numeroso (I.N.P.S.)

Riferimenti normativi: art. 65 della Legge 23 dicembre 1998, n. 448 e successive integrazioni. Possono fare domanda i nuclei familiari composti da cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in possesso di carta di soggiorno a tempo indeterminato aventi almeno tre figli minorenni.

La domanda può essere presentata entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello di riferimento al proprio comune di residenza. La modulistica può essere richiesta presso l'ufficio amministrativo del Servizio Sociale.


BANDO PER L'ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI ADIBITI AD USO ABITATIVO - BANDO CHIUSO

E' uscito il bando per i contributi per l'abbattimento dei canoni di locazione di immobili adibiti ad uso abitativo corrisposti nell'anno 2015 (All. A).

Le domande devono pervenire al protocollo comunale entro le ore 13.00 di mercoledì 18 maggio 2016.

Le domande presentate tramite raccomandata A.R. devono pervenire entro il 18 maggio 2016 (sarà presa in considerazione la data di arrivo al Comune non quella di spedizione).

I modelli si possono anche richiedere all'Ufficio amministrativo del Servizio Sociale nei seguenti giorni: dal martedì al venerdì dalle 11.00 alle 13.00 e il mercoledì pomeriggio dalle 17.00 alle 18.00.

Per chiarimenti ed informazioni l'Ufficio amministrativo del Servizio Sociale sarà aperto esclusivamente il martedì e il giovedì dalle 11.00 alle 13.00.

E' uscito anche il bando per la correponsione di contributi a favore di soggetti pubblici o privati che mettono a disposizione alloggi precedentemente sfitti a locatari meno abbienti (All. B) i cui termini sono i medesimi del bando per i contributi per l'abbattimento dei canoni di locazione di immobili adibiti ad uso abitativo (All.A).

BANDO E MODULISTICA

Bando e modulistica conduttori (All. A)135 K

Bando e modulistica (All. B) 84 K

 



Rette asilo nido comunale "la casetta degli orsetti"

Si comunica alle famiglie dei bambini iscritti all’Asilo Nido comunale “la casetta degli orsetti” che l’Amministrazione Comunale con deliberazione di G.C. n. 130  del 25/11/2015 ha modificato i criteri di erogazione della contribuzione comunale per l’abbattimento delle rette asilo nido sulla base delle fasce ISEE.

A partire dal 1° gennaio 2016 la contribuzione comunale per l’abbattimento delle rette asilo nido avverrà sulla base delle seguenti fasce ISEE:

Fasce asilo nido

  • Fascia A fino a € 10.000,00 contributo comunale del 40% contributo a carico delle famiglie 60%
  • Fascia B da € 10.000,01 a € 15.000 contributo comunale del 35% contributo a carico delle famiglie 65%
  • Fascia C da € 15.000,01 a € 20.000 contributo comunale del 20% contributo a carico delle famiglie 80%
  • Fascia D da € 20.000,01 a € 30.000 contributo comunale del 10% contributo a carico delle famiglie 90%
  • da € 30.000,01 nessun contributo comunale

Le famiglie che hanno due figli iscritti al nido beneficeranno sul secondo iscritto  di una riduzione della retta di frequenza del  30%.

documenti per ISEE

Allegato 15.00 KB formato pdf
Scarica

modello richiesta bonus energia elettrica

Allegato 59.00 KB formato doc
Scarica

modello richiesta bonus energia elettrica

Allegato 12.00 KB formato pdf
Scarica

richiesta carta famiglia

Allegato 52.00 KB formato doc
Scarica

società

Allegato 26.00 KB formato doc
Scarica